Capsula del tempo

Capsula del tempo, 2019

fusione in bronzo, 28 x 20 x 42 cm, Tre Cime di Lavaredo - Rifugio Locatelli


”Non dimentichiamo che quest’opera lega le Tre Cime con Dobbiaco perché in qualche modo la pietra originale è conservata qua in paese. Quindi c’è un filo rosso che lega il nostro paese, lega la valle, con la montagna, lo spazio antropizzato con quello naturale. Un’emozione! è stato un percorso proprio di crescita, è stato un viaggio in cui ci siamo conosciuti, abbiamo imparato, abbiamo condiviso anche tantissimo.”

Alberto Comini (responsabile ufficio del turismo di Dobbiaco):

”C’è una cosa che mi colpisce molto, il lavoro nel suo complesso mi colpisce moltissimo.

L’idea di questo calco di pietra che si ricolloca com’era – nella sua forma, nella sua dimensione – e l’idea che in qualche modo il pubblico vada a cercarla e non sempre riesca a trovarla perché all’opera appartiene una forma di segretezza, di mimetismo con il paesaggio.”

Guido Alleva (collezionista)