CHAMPORCHER

Champorcher, 2016

fusione in bronzo, sabbiatura su tela, 382 x 220 cm


“Il nome di un villaggio dove c’è la casa di zio Gianni.

Un luogo tra due parchi naturali dove la natura è forte e non affollata.

L’opera è il ritratto di uno dei suoi alberi, la luce di una natura potente, silenziosa, che nella maggior parte dei casi guardiamo distrattamente e compare un segno più pungente della sua presenza.”

Mariagrazia Abbaldo